domenica 27 novembre 2011

ESQUILINO (ROMA) - CI SIAMO INCATENATI PER DIFENDERE I NEGOZI TRADIZIONALI .....QUESTA E' LA STORIA DI UNA POPOLAZIONE ROMANA QUELLA DELL'ESQUILINO CHE COMBATTE CONTRO UN INVASIONE COMMERCIALE, CULTURALE E AUTORITARIA...QUELLA CINESE

QUESTA IMMAGINE DEL CONSIGLIERE AUGUSTO CARATELLI (PDL) CHE PER FERMARE L'INVASIONE CINESE NEL 2007 SI INCATENO' PER 70 VOLTE (FOTO INCATENAMENTO A PIAZZA VITTORIO) PER DIFENDERE DALLA CHIUSURA ILLEGALE I NEGOZI DI PRIMA NECESSITA' COME PANETTERIE, MACELLERIE, TINTORIE, LATTERIE, BAR ECC. OGGI GRAZIE A QUESTE MIGLIAIA DI RESIDENTI CHE INSIEME A CARATELLI HANNO COMBATTUTO DAL 1998 AD OGGI LA CHINATOWN ROMANA NON C'E' PERCHE' ALL'ESQUILINO RISIEDONO 23.500 ITALIANI E 300 CITTADINI CINESI. AUDACES FORTUNA IUVAT

martedì 22 novembre 2011

IMMIGRAZIONE - ORA I POTERI FORTI VOGLIONO IL CAOS RICONOSCENDO LA CITTADINANZA ITALIANA AI NATI IN ITALIA

ABBIAMO GIA' VISSUTO SCENE DRAMMATICHE A ROMA NEL RIONE ESQUILINO. QUESTA SCRITTA (FOTO) FU APPLICATA DURANTE UNA MANIFESTAZIONE DI IMMIGRATI CHE CHIEDEVANO IL PERMESSO DI SOGGIORNO A TUTTI. LA RABBIA FU TANTA CHE CENTINAIA DI RESIDENTI DELL'ESQUILINO SCESERO IN PIAZZA VITTORIO PER PROTESTARE CONTRO QUESTA " INFAME " FRASE. ORA QUALCUNO..............CON L'AIUTO DEL GOVERNO MONTI VUOLE RICONOSCERE LA CITTADINANZA AGLI IMMIGRATI NATI IN ITALIA, CANCELLANDO LA FRASE "IUS SANGUINIS". FUORI DALL'ITALIA 2.500.000 DI PERSONE TRA CLANDESTINI E PERMESSI DI SOGGIORNO FASULLI. NON RITORNEREMO AGLI ANNI BUIIIIIIIIII DEI GOVERNI DI SINISTRA DOVE VENIVANO ELARGITI MOLTI SOLDI AD ASSOCIAZIONI EXTRACOMUNITARIE E FESTE INTERCULTURALI, ARRIVANDO ALLA GLOBALIZZAZIONE E ALLA PRECARIETA' DEL LAVORO I FAMOSI CO.CO.CO INVENTATI DALLA SINISTRAAAAAAAAA. CI SONO MIGLIAIA DI VENDITORI ABUSIVI BENGALESI, NORDAFRICANI, RIFORNITI DAI CINESI PER UCCIDERE IL COMMERCIO REGOLARE, SU QUESTO NON PARLA NESSUNO. SEGUIRA' IL SECONDO EPISODIO
ALEA IACTA EST

giovedì 17 novembre 2011

ESQUILINO - FINALMENTE DOPO TANTE DENUNCE FERMATO REFETTORIO CINESE

ESQUILINO

Alla scuola Di Donato
stop al refettorio cinese
6I consiglieri del municipio I Augusto Caratelli e Marco Veloccia cantano vittoria.(ESTRATTO DAL QUOTIDIANO IL TEMPO DI ROMA 17-11-2011)

«Finalmente dopo le nostre numerose denunce è stata ripristinata la legalità nella scuola elementare pubblica di donato in Via Bixio nel Rione Esquilino».

Secondo i consiglieri però «rimangono ancora due elementi da chiarire, il primo riguarda le attività didattiche della scuola cinese che vengono effettuate all'interno dell'edificio scolastico ed il secondo è capire come sono stati utilizzati i fondi provenienti dalle rette pagate per questo tipo di attività dalle famiglie cinesi». In base alla denuncia dei consiglieri infatti «da due mesi le varie segnalazioni supportate da residenti e famiglie hanno fatto luce su una incredibile situazione e cioè che la scuola Di Donato era stata trasformata in un refettorio e doposcuola per la comunità cinese». I consiglieri si «sono sentiti indignati dal comportamento del Municipio Roma Centro Storico e dalla maggioranza di Centro-Sinistra che è rimasta immobile di fronte a questa incredibile situazione». E così ieri alle 11,30 in Via della Greca, 5 la commissione trasparenza ha convocato i vertici della scuola Di Donato.

venerdì 11 novembre 2011

CONVEGNO:PREVENZIONE DEL TUMORE AL SENO DALLA MEDICINA ALLA MUSICA........GRAZIE PER QUELLO CHE FATE

OGGI E' STATO PRESENTATO IL CONVEGNO PREVENZIONE DEL TUMORE AL SENO PRESSO L'OSPEDALE FATEBENEFRATELLI DI ROMA - ISOLA TIBERINA ORGANIZZATO DAI CONSIGLIERI AUGUSTO CARATELLI - MARCO VELOCCIA - FABRIZIO SEQUI E PARIDE ALAMPI. LA SINERGIA CREATA OGGI CON LA STRUTTURA OSPEDALIERA INSIEME ALL'ISTITUZIONE MUNICIPIO ROMA CENTRO STORICO HA PORTATO DECINE DI PERSONE A SEGUIRE IL CONVEGNO IN MODO APPROFONDITO. DOPO L'INCONTRO ABBIAMO VOLUTO CREARE UN INCONTRO TRA LA MUSICA TRADIZIONALE ITALIANA E LA MEDICINA E SENTITE UNO PEZZI CHE SONO STATI CANTATI DURANTE IL CONVEGNO.

mercoledì 9 novembre 2011

CRISI - RITIRIAMO LE PRODUZIONI DA CINA, TURCHIA, ROMANIA, INDIA O TRACOLLEREMO

Se non riportiamo le produzione in europa non ci salveremo e chi ha delocalizzato le fabbriche ha fatto morire l'economia europea. Ritiriamo le produzioni dalla CINA, ROMANIA, TURCHIA, POLONIA ECC. O ALTRIMENTI TRACOLLEREMO. La vergogna di chi per speculare sull'Italia ha trasferito le produzione all'estero creando disoccupazione che crea mancato introito alle casse dello stato. Audaces Fortuna Iuvat

domenica 6 novembre 2011

LAVORO FORZATO; IL PDL PRESENTA LEGGE ERA ORA..............ARTICOLO DI GIORNALE CHE SCUOTE TUTTI ED INDIGNA

ECONOMIA QUELLO CHE AVEVAMO RACCONTATO QUALCHE ANNO FA SI STA AVVERANDO. LE BATTAGLIE DEL COMITATO HANNO PORTATO ALLA LUCE MOLTE VERITA', PURTROPPO IN ITALIA IN POCHI CI HANNO TRADITO MA SONO COLORO CHE DETENGONO UN GROSSO POTERE ECONOMICO. SARANNO LORO A PORTARE L'ITALIA SU L'ORLO DEL BARATRO PER L'AVIDITA' DI QUESTI TRADITORI ITALIANI. ALEA IACTA EST

sabato 5 novembre 2011

ESQUILINO (ROMA) - SCUOLA ELEMENTARE PUBBLICA DI DONATO-VIA BIXIO: GENITORI NON ABBIATE PAURA A DENUNCIARE, OGGI SUL POSTO ABBIAMO VISTO CONSEGNARE A PRANZO PASTI A 300 BAMBINI E RAGAZZI CINESI. IL SABATO E' OCCUPATA...............NON ABBIATE TIMORE!!!

DONNA CINESE HA CONSEGNATO OGGI CENTINAIA
 DI PASTI  CON UN COMUNE CARRELLO DELLA SPESA....
E' VIETATOOOOOOOOOOOOOOOOOO
SIAMO RIMASTI SBIGOTTITI DALLE CONTINUE SEGNALAZIONI DI CITTADINI CHE CI DICONO CHE LA SCUOLA PUBBLICA ELEMENTARE DI DONATO E' OCCUPATA DA DIVERSO TEMPO DALLA COMUNITA' CINESE. SONO OLTRE 500 TRA ADULTI E BAMBINI CHE IL SABATO (TUTTO IL GIORNO) MA ANCHE LA DOMENICA (META' GIORNATA) ENTRANO NELLA SCUOLA SENZA CHE NEMMENO IL CANCELLO D'INGRESSO DELLA SCUOLA SIA CUSTODITO, SI IL CANCELLO E' SEMPRE APERTO E NON E' PRESENTE NESSUN CUSTODE. IL MISTERO DIVENTA SEMPRE PIU' OSCURO PERCHE' AD OGGI NESSUNO HA RISPOSTO ALLE NOSTRE SOLLECITAZIONI.
1)Non e' consentito in alcun modo somministrare cibi a pranzo sui banchi di scuola al di fuori delle normative in vigore 2) La manutenzione ordinaria, i guasti, la pulizia da chi viene pagata? 3) A che titolo 500 persone di nazionalità Cinese entrano in una Scuola Pubblica dello Stato Italiano 4) I cinesi pagano una retta alla Scuola? 5) Perchè le classi della Scuola il Sabato sono occupate da centinaia di bambini cinesi è forse un refettorio-doposcuola? 6) Perchè al terzo piano è presente una cancellata in ferro (installata non a norma) che divide una fantomatica scuola cinese con il resto della scuola italiana? VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA

martedì 1 novembre 2011

ESQUILINO - CHIUSE 6 BANCHE FANTASMA CINESI, ECCO COME AVVIENE LO SCAMBIO DI VALUTA

GRAZIE ALLE MIGLIAIA DI SOSTENITORI DEL COMITATO ESQUILINO LA GUARDIA DI FINANZA HA SEQUESTRATO 6 PSEUDO BANCHE CINESI CHE FUNZIONAVANO DA RACCOLTA DI EURO PER POI INVIARE MIGLIAIA O FORSE MILIONI DI EURO IN CINA DOVE LA MONETA CINESE E' INFERIORE DEL 70% ALL'EURO, IMMAGINATE COSA SIGNIFICA SULLE ESPORTAZIONI. IN UN NEGOZIO-BANCA CHE NOI CHIAMIAMO DI RACCOLTA ERA SCRITTO (SURGELATI) MA SIAMO MATTI, MATTI, MATTI E LA BANCA D'ITALIA CHE FINE HA FATTO?????? ALEA IACTA EST

ZTL MERCI ESQUILINO

ZTL MERCI ESQUILINO
UNA VERGOGNA CHE DURA PIU' DI UN ANNO

BENVENUTI NEL BLOG DEL COMITATO PIU' FAMOSO DI ROMA

Il Comitato Difesa Esquilino - Monti poi trasformato in Comitato Difesa Roma Caput Mundi Sede Esquilino nasce nel 1998 a seguito dell'apertura di 30 Attività Commerciali Cinesi e Bengalesi avvenute nel solo mese di Settembre 98. Alla luce di ciò centinaia di residenti hanno sentito la necessità di costituire questo importante COMITATO DI DIFESA che ha cercato in questi anni con grande forza e determinazione di riqualificare gli storici Rioni e la città di Roma con l'obiettivo di fermare la continua Invasione del Territorio in modo selvaggio e senza regole. Il Comitato si batte contro la desertificazione commerciale ed artigianale, il degrado e la superficiale attuazione delle Leggi e Delibere e contro la perdita di valori cristiani e cattolici e dell'identità propria di Roma. Grazie a tutti coloro che partecipano e sostengono le iniziative del Comitato.

Lettori fissi